Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Floro Flores avverte il Bari: “Con la Casertana sfida di fuoco”

L’ex attaccante napoletano ha vestito sia la maglia dei pugliesi sia quella dei campani: “Il pareggio non serve a nessuno, ma la classifica non inganni: i rossoblu valgono più del penultimo posto”.

Casertana-Bari è diventato un match di fuoco: nessuno può sbagliare”. Parola di Antonio Floro Flores. Il 37enne ex attaccante ha vestito la maglia biancorossa e quella rossoblu: sono state le ultime tappe di una gloriosa carriera con oltre 60 le reti in serie A in quasi 300 presenze. “Casertana e Bari – racconta alla Gazzetta del Mezzogiornohanno un tratto distintivo nella mia carriera: non si sono concluse come speravo, nonostante abbia ricevuto un affetto commovente dalla gente. I problemi fisici sono stati un freno a volte invalicabile. A Bari c’era un grande potenziale: ottime squadre sia nella prima stagione, sia nella seconda. Sono arrivato a gennaio 2016: partii benissimo, poi mi procurai un grave infortunio muscolare e mancai nel rush finale verso i playoff. Volli, però, fortemente tornare, lavorai sodo e riuscii a recuperare la migliore condizione. Il tecnico era Fabio Grosso, non mi dette molto spazio: una scelta che rispettai, pur non condividendola. Il gruppo era forte: potevamo vincere i playoff, ma la penalizzazione di due punti per i guai societari condizionò gli spareggi promozione. A Caserta, invece, praticamente non ho mai visto il campo: perciò, ho deciso di chiudere con il calcio giocato. Non era giusto prendere uno stipendio che non meritavo”.

Quindi, ecco la previsione sulle prospettive biancorosse e sulla sfida in programma domenica: “Il Bari aveva una squadra fortissima fin dallo scorso anno, ma il cambio di tecnico ad inizio stagione ha fatto perdere tempo e punti preziosi. La situazione attuale è diversa: la sconfitta contro la Ternana pesa, ma il distacco non è irrimediabile. Certo, i margini di errore sono ridottissimi fin da ora. I biancorossi farebbero un gravissimo errore a pensare che la trasferta di Caserta sia in discesa. I rossoblu hanno un complesso interessante, con giovani bravi: secondo me, è una compagine che vale i primi dieci posti, certo non la zona retrocessione. Hanno patito un po’ di cambiamenti sul piano societario e l’infortunio di alcuni big, come Castaldo. Il pareggio non serve a nessuno: la Casertana sarà aggressiva, metterà il cuore oltre l’ostacolo pur di rilanciarsi. Contro il Bari, peraltro, tutti giocano la partita della vita. Certo, sul piano dei valori, la truppa di Auteri è di un altro livello”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da Approfondimenti