Resta in contatto

News

Nenê: “Sempre a disposizione se il Bari chiamasse. In Serie C bisogna avere fame”

L’ex attaccante biancorosso ha parlato della sua vecchia squadra e dei suoi programmi futuri

Anderson Miguel Da Silva, detto Nenê, ex attaccante del Bari oggi in forza ai portoghesi del Leixões, è intervenuto su Radio Selene durante il derby con il Foggia (una partita in cui è anche andato a segno, nell’ultimo confronto in B tra le due squadre ndr). “Seguo sempre il Bari, è una piazza che merita la serie A – ha detto -. Bisogna avere la testa giusta per la Serie C. Lo scorso anno è mancato qualcosa per la promozione. Il Bari ha comunque una rosa importante per categoria e può fare il salto in serie cadetta”.

Dopo il fallimento, Nenê aprì al ritorno in biancorosso ma poi scelse di tornare in Portogallo: “Per due mesi e mezzo ho aspettato una chiamata, poi ho scelto il Portogallo. Mi avrebbe fatto piacere giocare con Antenucci. Io sono ancora disponibile per il Bari. Sono sicuro che faranno un’ottima stagione”.

La sconfitta con il Foggia ha dimostrato che la determinazione in terza serie conta più di ogni altra cosa: “Non bisogna mettere solo la qualità ma anche la fame. Ci sono partite in cui serve la garra, non giocare bene. Il Bari ha una bella squadra. I giocatori devono solo portare il Bari su in classifica, devono crederci, non basta solo la qualità”.

A 37 anni, il centravanti brasiliano pensa anche al post della sua carriera: “Questa settimana ho fatto iscrizione per il corso di allenatore. Voglio continuare a vivere nel mondo del calcio. Ci proverò fino alla fine. Non so, chissà, un giorno potrei allenare il Bari”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Signori se potevo mettere una foto io come capoletto non ce la Madonna ma la CURVA NORD u.c.n.x sempre"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da News