Resta in contatto

Approfondimenti

Il grande regno di Giuntoli tra Napoli e Bari

Il direttore sportivo dei partenopei è molto più di un semplice consulente pure per i biancorossi: in Campania si sta circondando dai suoi fedelissimi. E se in azzurro arriva Scala, in Puglia ecco Romairone.

Che Cristiano Giuntoli goda della piena stima della famiglia De Laurentiis è dato dai documenti. Il dirigente autore del miracolo Carpi (portato dalla C in serie A sotto la sua gestione), infatti, sta per cominciare a Napoli la sua quinta stagione di fila e vanta un contratto fino al 2024. Giuntoli, però, non è soltanto l’uomo mercato dei partenopei. E’ un riferimento pure per il Bari: non un facente funzioni, ma certo molto più che un consulente. Che, oltre tutto, organizza i componenti degli organigrammi societari dei due club, circondandosi di profili con cui collabora fin dai tempi della comune esperienza proprio a Carpi.

Al suo fianco, a Napoli, ci sono Giuseppe Pompilio e Giandomenico Costi: collaboratori storici che in questo biennio di nuova era societaria spesso si sono visti a Bari. Al campo di allenamento, così come allo stadio San Nicola. Uno sguardo interessato, per controllare che tutto funzionasse al meglio. Ebbene, la prossima mossa di Giuntoli potrebbe riguardare Matteo Scala, altro uomo di assoluta fiducia del manager del Napoli che starebbe insistendo per portarlo alle pendici del Vesuvio come team manager, in sostituzione del partente Giovanni Paolo De Matteis. E se davvero si consumasse l’addio dell’attuale direttore sportivo biancorosso, si andrebbe incontro ad uno “strappo” con la casa madre? Proprio no. Perchè il suo posto andrebbe appannaggio di Giancarlo Romairone, 50enne genovese che del Carpi è stato direttore sportivo, avendo pure lui in Giuntoli il proprio mentore. Insomma, in attesa delle ufficialità (che arriveranno tra domenica e lunedì) si affaccia una certezza: l’asse delle “Due Sicilie” è sempre più stretta tra uomini e strategie. Nella speranza, almeno, che Bari possa cominciare a vincere e vivere di luce propria.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Meglio in panca. Ma non come allenatore che è scarsissimo"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti