Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Laribi, Pinto e Costantino: anche il Bari con il problema dei contratti in scadenza

Il fantasista è il caso più clamoroso di chi potrebbe non giocare i playoff, ma il club è ottimista.

In attesa di una norma che sgombri il campo da equivoci. Da settimane ormai la serie A si interroga sulla gestione dei calciatori che siano in scadenza di contratto o di prestito entro il prossimo 30 giugno. Ebbene, la questione si è ora allargata anche alla serie C ed il Bari, come spiega La Gazzetta del Mezzogiorno, dovrà gestirla considerando che in tale condizione è uno dei top player biancorossi: Karim Laribi. La soluzione più logica che il movimento calcistico si sarebbe aspettato sarebbe stata nell’estensione dei vincoli fino alla fine effettiva dei campionati. Un auspicio che stenta a trovare applicazione, poiché i club non si accordano sui pagamenti arretrati e quelli futuri, quindi a maggior ragione è complesso trovare soluzione su spettanze che potrebbero non essere dovute (nel caso dei contratti in scadenza) o toccherebbero ad altre squadre (come nel caso dei prestiti). La Fifa è intervenuta con un’unica norma: i calciatori sono liberi di proseguire i tornei oppure interrompere i contratti al 30 giugno, ma non potranno essere utilizzati da altre squadre fino alla prossima stagione sportiva. Il resto, però, è lasciato ai singoli club e ad accordi sulla parola che spesso stentano a tramutarsi in qualcosa di concreto.

Il Bari, sotto questo aspetto, è stato previdente sul piano dei contratti. Con i rinnovi fino al 2022 di Raffaele Bianco e Zaccaria Hamlili, nella rosa di Vincenzo Vivarini non ci sono calciatori con il vincolo in scadenza nel 2020. Tre, invece, sono gli elementi in prestito, tutti arrivati a gennaio: oltre Laribi (il cui cartellino appartiene al Verona), in tale situazione vertono pure il difensore Pierluigi Pinto (prestato dalla Fiorentina) e l’attaccante Rocco Costantino (dalla Triestina). Il caso Laribi è spinoso esclusivamente sul piano economico: a chi toccherà versargli il pagamento di luglio? Il fantasista italo-tunisino ha sposato con grandi motivazioni ed entusiasmo, ma non potrà certo fornire gratis le sue prestazioni. In teoria il Bari potrebbe risolvere a monte la questione riscattandolo subito, ma in caso di permanenza in serie C l’ingaggio del 28enne trequartista (si aggira sui 450mila euro) sarebbe insostenibile. Nessun problema, invece, sul piano sportivo: il Verona milita in A e non avrebbe alcun interesse a riprendere un giocatore che non potrebbe nemmeno schierare. Il caso Laribi, comunque, non turba i sonni baresi: il numero dieci ha sposato la causa pugliese con grande entusiasmo e vuole arrivare a coronare il sogno serie B. Solo la mancanza assoluta di buon senso potrebbe condurre ad un irrigidimento delle posizioni riguardanti il pagamento delle remunerazioni, non c’è motivo di temere tale eventualità, dati i buoni rapporti del Bari con il ragazzo e con lo stesso Verona. Non preoccupa nemmeno Pinto: la Fiorentina non ha motivo di non lasciare a Bari il giovane centrale. Attenzione, invece, alla situazione di Costantino. L’attaccante italo-svizzero appartiene alla Triestina (militante nel girone A) che l’aveva girato al Bari nella consapevolezza di rinforzare un club di un altro girone. La formazione giuliana, però, ora è qualificata ai playoff, proprio come i galletti. In caso di confronto diretto agli spareggi, potrebbe persino accadere che la Triestina richiami Costantino tra i ranghi, sottraendolo ai biancorossi, pur senza poterlo utilizzare. Sarebbe un’azione antipatica, ma davanti ad un’alta posta in palio, l’idea di indebolire una concorrente potrebbe far capolino. I

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "Jean Francois Gillet ha prevalso su Franco Mancini ed Alberto Fontana, io ci aggiungerei pure Venturelli e Pellicano' 👏👏👏👏👏"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da Approfondimenti