Resta in contatto

Rubriche

Il personaggio della settimana: Alessio Sabbione

Suo il gol che ha rimesso in carreggiata il Bari nel derby contro il Monopoli. Ma al di là di questo, il centrale biancorosso sta disputando una stagione di livello in un campionato di grande spessore

Venticinque partite, venticinque presenze, quattro gol. Alessio Sabbione non ne ha saltata una quest’anno e quando ha potuto graffiare l’ha fatto con reti non banali e importantissime, come il gol da centrocampo contro la Cavese o lo stesso colpo messo a segno domenica scorsa contro il Monopoli, con un preciso piattone di destro da attaccante puro. E nella sua carriera mai aveva segnato così tanto. Il suo record per società, infatti, è quello di quando militava nel Carpi, con 6 reti in 125 presenze, mentre a Bari le sue marcature sono arrivate in un solo campionato. Con il rischio, tra poco di dover pagare una cena. Si perché con il Direttore Sportivo Matteo Scala c’è una scommessa in ballo fatta a inizio campionato: se Sabbione arriva e supera quota cinque gol paga il conto del ristorante.

Ma i suoi gol non sono il frutto del caso. Sabbione è giocatore che è sempre propenso a spingersi in avanti, a ricercare la rete, così come ad essere concentrato in difesa. Certo, Sabbione non avrà l’eleganza del miglior Nesta però è efficace, soprattutto in combinazione con i suoi compagni di reparto (sia con Di Cesare che con Perrotta) e soprattutto in intesa con il lavoro sporchissimo da incontrista di Raffaele Bianco. Un triangolo difensivo che ha permesso al Bari di subire solo 19 gol, seconda difesa dietro quella della Reggina (17 gol subiti).

Sabbione è uno di quei giocatori che lavorano nell’ombra, timido fuori dal campo ma incisivo nel rettangolo verde. E se le ha giocate tutte, come si suol dire, un motivo ci sarà. Il suo rendimento ha confermato le attese e i tifosi biancorossi sono contenti dello spettacolo. In fondo loro chiedono piccole, semplici cose che però fanno realmente la differenza in campo: sudore, passione e senso di appartenenza. Elementi che Alessio Sabbione incarna completamente con la maglia del Bari cucita addosso.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Meglio in panca. Ma non come allenatore che è scarsissimo"

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rubriche