Resta in contatto

News

Di Marzio a Radio Selene: “Con Vivarini è un altro Bari. Non serve rivoluzionare la squadra”

L’esperto di mercato di Sky analizza la prima parte di campionato dei biancorossi e si dice sicuro della necessità di intervenire in maniera mirata sul mercato

Termina il girone di andata e alle porte c’è il calciomercato invernale. L’esperto di mercato di Sky Sport Gianluca Di Marzio approfondisce sulle necessità di squadra del Bari di Vivarini. Forte di quattordici risultati utili consecutivi, la squadra allenata dall’allenatore abruzzese dovrà inserire pochi ma giusti elementi nell’organico: “Le rivoluzioni si fanno quando qualcosa non va.  – commenta Di Marzio – Il Bari continua a fare risultati positivi quindi c’è poco da cambiare. Il Bari allora deve essere alla ricerca della perfezione con qualche correzione in un mercato, quello di gennaio, nel quale chi ha pezzi importanti se li tiene. Non credo ci si possa aspettare tantissimo. È vero anche che il gruppo di lavoro Giuntoli-Pompilio-Scala è sempre molto attivo. Se capita un’occasione che per il Napoli non è ideale, ma lo è per il Bari state sicuri che loro lo andranno a cercare. Mi aspetto l’operazione anche in prospettiva futura sia in chiave C che B“.

Una gran bella cavalcata quella di Vivarini che ha dovuto entrare in corsa in campionato, inseguendo la Reggina: “La Reggina sta facendo qualcosa di imparagonabile, sta infrangendo tutti i record ed è giusto fare i complimenti ad una società che, seppur nuova, è riuscita a lavorare sull’organico precedente inserendo giocatori di categoria e puntando su un allenatore, Toscano, che conosce bene questo campionato, che ha già vinto e nella sua città nella quale ha stimoli particolari. – commenta Di Marzio – Oggi il Bari con Vivarini è un’altra squadra, ha un’identità ben precisa che può permettere al Bari di poter approfittare di eventuali crisi che potrebbero arrivare da parte di chi oggi strapazza il campionato”.

Le aspettative a inizio campionato erano quelle di una squadra “ammazza campionato”: “Purtroppo però i campionati non si vincono solo con il blasone ma spesso vince chi riesce a dare continuità a certi progetti. Non è facile al primo anno di C e lo dimostra il Catania che ogni anno deve provare a riattrezzare una squadra per provare a ritornare nella categoria che meriterebbe. Già quindi il fatto di essere secondi nonostante quello che è successo, con il salto di categoria e il cambio di allenatore, dimostra come il Bari abbia fatto qualcosa di molto importante finora. Ma trovarsi una Reggina così distante ti viene impensabile pensare oggi di provare a lottare per il primo posto. Però il calcio è così bello e sorprendente che magari, se la Reggina dovesse avere un calo, nel girone di ritorno riesce a riaprire tutto”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Enzo
Enzo
6 mesi fa

Il campionato è lungo ancora.
Continuare a tenere lo stesso passo del girone di andata è proprio impossibile.Si può migliorare,ma lo può fare solo la squadra che ha stentato un po’,non credo che la Reggina dominerà stravolgendo ancora tutti i record immaginari
possibili.
Cmq Reggina e Bari l’anno prossimo in ” B “.
Sempre forza Bari❤

Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Sandro Mannini sicuramente....al posto di Ingesson certamente Gerson...si perde in impostazione ma si guadagna in solidità difensiva...allenatore..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "Ricordo, da ragazzo, un Bari-Milan 0-0 del 1998 in cui Ganz a qualcosa come 30 cm. dalla porta tira di testa a colpo sicuro e Mancini fa una parata..."

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Originalissima la sua intervista dell'89, se non ricordo male alla Domenica sportiva : " faccia due nomi di grandi attaccanti della serie A con cui..."

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Fisicaccio"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "Danc' nu tuzz Giuan danc' nu tuzz!"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News