Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Cornacchini verso la difesa a tre: Bari con meno forma e più sostanza

Il tecnico marchigiano dovrebbe confermare il modulo già visto sul campo del Rieti per garantire maggiore equilibrio alla squadra

Dopo la partita di Rieti vinta in rimonta con il risultato di 1-2, Giovanni Cornacchini sembra aver individuato quello che per ora è l’assetto tattico giusto per la sua squadra. Salvo imprevisti il tecnico di Fano dovrebbe optare per un modulo con la difesa a 3 anche lunedì sera contro la Reggina.

Il Corriere del Mezzogiorno oggi in edicola si sofferma sulla scelta tattica del mister, sottolineando come in questo momento di iniziale difficoltà dovuta ad un organico completamente nuovo che deve ancora amalgamarsi, sia più conveniente puntare su un assetto che badi più alla concretezza che allo spettacolo. Quattro o cinque centrocampisti a proteggere la difesa, esterni che possano innescare le punte. E pazienza se il pubblico barese dal palato fine calcisticamente non dovesse gradire: in questo momento l’unica cosa che conta è ottenere risultati.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "Fantini e Caffaro primi anni 80"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News