Resta in contatto

News

Il Bari va forte sulle fasce con le due frecce Costa e Berra

In questa stagione l’organico biancorosso può contare su due terzini di grande spinta

Nella costruzione della rosa da mettere a disposizione di Cornacchini, la dirigenza del Bari ha tenuto conto di un aspetto richiesto dal tecnico, ossia quello di avere una maggiore spinta sulle fasce rispetto alla scorsa stagione. Nel passato campionato in Serie D, infatti, le corsie laterali erano affidate agli under, che però, per poca esperienza o per caratteristiche, cercavano poco il fondo.

Quest’anno le cose sono molto diverse: molte squadre aspetteranno il Bari chiudendosi in difesa, per questo sarà fondamentale avere rifornimenti dalle fasce laterali. Come ricorda La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, il calciomercato estivo ha portato in biancorosso due autentici cursori di fascia come Filippo Berra e Filippo Costa. Il primo è arrivato dopo aver quattro campionati con la Pro Vercelli (3 in Serie B), di cui l’ultimo in Serie C con 9 reti, il secondo, invece, è reduce da stagioni in A con le maglie di Chievo e SPAL, in cui però non ha avuto tantissimo spazio.

Nelle uscite dei galletti fino ad ora è stato soprattutto Costa ad impressionare: quando il laterale veneto prende palla sulla corsia mancina spesso si assiste a delle autentiche sgroppate che terminano con un cross. L’ex spallino è dotato di un buon sinistro e molto spesso s’incarica della battuta dei calci piazzati.

Anche Berra è in grado di spingere e sganciarsi sulla fascia e come dimostra il suo score della scorsa stagione sa essere molto pericoloso anche in zona-goal. Fino ad ora è stato un po’ più timido rispetto al dirimpettaio mancino, ma per sua stessa ammissione ha detto di voler crescere nell’aggressività in fase di marcatura.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News