Resta in contatto

News

Guastella: “La C è un campionato di battaglie. Bari propenso alla lotta”

Il difensore che ha vestito la maglia biancorossa dal 1983 al 1989 ha commentato l’avvio di stagione della squadra di Giovanni Cornacchini frenando le critiche

La vittoria del Bari sul campo della Sicula Leonzio ha in parte allontanato le perplessità che avevano accompagnato i giorni precedenti al debutto in campionato, in particolare dopo la sconfitta e la conseguente eliminazione in Coppa Italia di Serie C per mano dell’Avellino. Nonostante lo 0-2 di Lentini, parte della critica pare non essere ancora del tutto convinta delle prestazioni dei galletti. Diverse voci parlano di un Bari che gioca mettendo in mostra i limiti visti soprattutto nel girone di ritorno dello scorso campionato di Serie D.

C’è anche però chi difende la prova dei galletti come Salvatore Guastella. Intervistato da La Gazzetta del Mezzogiorno l’ex difensore biancorosso ha dichiarato: “Sicuramente è lecito aspettarsi di più dal Bari, ma non va sottovalutata l’importanza del risultato. La Serie C è un campionato di battaglie. Ci saranno altri campi al limite della praticabilità. Va accolta con ottimismo la propensione del Bari alla lotta”

Se proprio c’è qualcosa che non è piaciuto al difensore siciliano che militò con la maglia dei pugliesi dal 1983 al 1989, è stato il calo nella ripresa ma non è il caso di fare drammi: “Mi sarei aspettato un secondo tempo sulla scia del primo, giocato con più disinvoltura e sicurezza. Invece il Bari ha concesso un po’ troppo campo alla Sicula e Frattali è stato determinante. Non posso preoccuparmi dalla prima giornata. Con la qualità che hanno i biancorossi saranno certamente in grado di giocare un calcio migliore”.

Infine un parere sul tecnico, finito nuovamente nel mirino di alcuni contestatori: “Cornacchini ha vinto lo scorso anno ed è partito con tre punti preziosi: cosa può fare di più? Io, peraltro, lo vedo sempre ‘dentro’ il match: cambia assetto e posizioni, cerca sempre la soluzione più opportuna per vincere. Se le sue strategie producono frutti vanno rispettate”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News