Resta in contatto

News

Cassano: “Bari, non ti ho dimenticato. Spero di vederti presto in A”

Fantantonio torna a parlare della sua città natia in un’intervista al settimanale Sportweek

Ha diviso schiere di critici, spaccato tifoserie, irriso avversari con numeri di alta scuola, litigato con allenatori e compagni di squadra. Antonio Cassano non è mai stato un tipo banale, sia dentro che fuori dal campo. Fantantonio è stato l’emblema del paradigma genio e sregolatezza. Un calciatore dotato di un talento immenso ma che non è mai riuscito veramente a dimostrare tutto il suo valore per una serie di atteggiamenti che ne hanno condizionato negativamente la carriera. Il 37enne ex fantasista biancorosso è tornato a parlare del suo rapporto con Bari e il Bari nel corso di un’intervista al settimanale Sportweek.

“Bari non è assolutamente una ferita aperta. E’ la città in cui ho vissuto la mia infanzia in un certo contesto ambientale e credo che anche questo, assieme al mio talento, mi abbia dato la forza per diventare un campione. Mia madre vive con me a Genova, sono andato via 20 anni fa e non sono più tornato a Bari, ma auguro alla squadra e ai tifosi di tornare presto in Serie A: se lo meritano e ne sarei felice” ha dichiarato.

59 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

59 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News