Resta in contatto

News

Fascetti: “Per Bari è l’anno zero. Antenucci segnerà tanto”

L’ex tecnico del Bari in un’intervista ha detto la sua sulle componenti che non dovranno mancare al Bari e a Cornacchini per affrontare il campionato di Serie C

L’inizio della nuova stagione calcistica è alle porte: l’11 agosto il Bari scenderà in campo al San Nicola per la prima gara ufficiale della stagione in Coppa Italia di Serie C contro la Paganese. Per l’esordio in campionato, invece, bisognerà attendere il 24 o il 25 agosto, quando i galletti faranno visita alla Sicula Leonzio.

Sul campionato che verrà per i biancorossi, La Gazzetta dello Sport, ha scelto di intervistare Eugenio Fascetti, tecnico che ha guidato i galletti per ben cinque stagioni e mezzo lasciando un ricordo indelebile nei cuori della gente. L’allenatore viareggino conosce bene il campionato di Serie C, avendolo anche vinto alla guida del Varese nella stagione 1979-1980 con il Varese. Da allora il calcio è cambiato molto, ma tante cose sono rimaste uguali come la voglia degli avversari quando di fronte c’è la squadra da battere com’è il Bari quest’anno.

“Quando sei obbligato a vincere devi partire da un fondamentale presupposto: affronterai sempre avversari che si giocheranno la vita in quei 90’. Entrare presto in quest’ordine di idee sarebbe l’ideale per il Bari” è il monito da veterano di Fascetti, il quale non crede assolutamente a una passeggiata per i biancorossi nonostante la rosa nettamente più forte delle rivali: “Per il Bari questo sarà l’anno zero, il più difficile. Perché deve vincere, ha costruito una squadra per centrare l’obiettivo e non può rinviarlo alla prossima stagione. Non solo, deve portarsi addosso la croce di essere ritenuto “favorito”. Del resto, ogni giorno ci pensano i tecnici e i dirigenti dei club rivali a ricordarglielo”.

Fascetti non ha dubbi sul fatto che in Serie C oltre alla bravura tecnica e tattica sia importante anche un atteggiamento votato al sacrificio: “I calciatori con un maggior tasso tecnico rispetto alla media possono ammazzare il campionato. Ma devono anche essere pronti a fare la guerra. Ovvero, devono essere bravi a calarsi nel clima della C”. Un dato ribadito nel caso di un fuoriclasse come Mirco Antenucci: “Fa gol e non è poco. È importante che sia anche umile, come dice Cornacchini. A 35 anni, se è furbo come credo, potrà sfruttare gli errori delle difese avversarie. E in C il numero degli errori è più alto rispetto alla A e alla B. Secondo me segnerà tanto”.

Infine sul collega Cornacchini Fascetti ha aggiunto: “Vincere a Bari non è mai facile, lui ci è riuscito. Se ora preferisce giocare bene piuttosto che vincere fatti suoi, ma non credo la pensi così. Che consiglio gli do? Non dia retta a nessuno, usi il cervello e si tappi le orecchie”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News