Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di La Bari Calcio

Cosenza-Bari, le pagelle: Caprile e Cheddira decisivi, Antenucci impreciso

La gara al San Vito-Marulla è appena terminata: queste le pagelle biancorosse di labaricalcio.it

Secondo successo in campionato per il Bari, che resta imbattuto piegando il Cosenza in trasferta grazie al centro del solito Walid Cheddira, giunto a quota quattro centri in questa serie B.

Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

CAPRILE 7 – Una sola parata, ma dal peso specifico enorme: sullo 0-0 si oppone d’istinto su Merola da pochi passi. Un’altra gemma in questo avvio di campionato da incorniciare;

PUCINO 6 – Poche sbavature dalle sue parti dove agisce il furetto Florenzi: pian piano prende le misure e limita l’attaccante dei calabresi;

DI CESARE 6,5 – Conferma le ottime prestazioni delle prime gare con la solita prova solida. A 39 anni è la colonna portante della retroguardia biancorossa;

TERRANOVA 6,5 – Dopo qualche gara un po’ opaca, arriva il ruggito del vecchio leone. In collaborazione con capitan Di Cesare chiude tutte le porte possibili, provvidenziale sulla sforbiciata di Merola nel primo tempo. Sfiora anche la rete nel finale della prima frazione;

RICCI 6,5 – Titolare dopo la squalifica, risponde alla grande, con una gara giudiziosa e convincente. Sforna l’assist per Cheddira, nella ripresa prova a mettersi in proprio ma Matosevic gli nega la gioia personale;

MALLAMO 6 – Ha il gravoso compito di non fare rimpiangere Maita: si rimbocca le maniche e in gran parte ci riesce. Non appariscente ma utilissimo alla causa;

MAIELLO 6 – Davanti alla difesa gestisce bene la palla ed è sempre pronto ad aiutare i compagni della difesa. Una prova confortante dopo qualche ombra con la Spal;

FOLORUNSHO 6 – Non illumina come accaduto in altre circostanze ma si rende dannatamente utile nel secondo tempo, quando la fisicità comincia ad avere un certo peso sulla gara e lui, non si tira indietro;

BOTTA 6 – Titolare dopo 180′ in panchina, va a sprazzi. Non riesce ad accendersi come vorrebbe e dovrebbe, ma è sempre nel vivo del gioco;

ANTENUCCI 5 – Ha l’occasione dopo pochi minuti ma spara alle stelle il penalty del possibile vantaggio. Prima della rete di Cheddira ha un’altra chance ma “cicca” da posizione favorevole. Nella ripresa prova a riscattarsi ma il suo bel tiro al volo si perde a lato. Sprecone e sfortunato;

CHEDDIRA 7 – Ancora una rete, decisiva che frutta tre punti d’oro al Bari. Stavolta infila di testa, come mai gli era capitato in questo scintillante avvio;

BENEDETTI 6 – Rileva Mallamo nel finale, aggiunge ulteriore fisicità alla linea mediana;

CANGIANO 6 – Pochi minuti, prezioso nel finale quando si procura punizioni che permettono alla squadra di respirare;

SALCEDO 6,5 – Ancora buone impressioni, dopo l’esordio incoraggiante contro la Spal. Nel finale va anche vicino alla rete del 2-0;

VICARI sv – Dentro negli ultimi minuti, per proteggere il prezioso vantaggio;

MIGNANI 6,5 – Ancora un colpo esterno per il Bari, che regola il Cosenza e gestisce con ordine e sapienza nel secondo tempo. Migliora la solidità difensiva, la squadra non subisce gol per la prima volta in campionato. Ottimi segnali;

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia del Bari: deciso il miglior portiere di sempre!

Ultimo commento: "Fantini e Caffaro primi anni 80"

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Dare un voto si diventa cicinici, non è il voto che conta, QUELLO CHE CONTA è LA CAPACITA DELLE QUALITA CHE SI ESPRIMONO SUL CAMPO, saranno capaci..."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da Le pagelle di La Bari Calcio