Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Catania, Calapai: “Guardare il Bari non è peccato, può dare autostima”

L’esterno rossoazzurro dice la sua sugli obiettivi della squadra siciliana di qui alla fine della regular season. Con un occhio al terzo posto occupato dai biancorossi

Luca Calapai non rinuncia a sognare in grande. L’esterno del Catania, quinto della classe a quattro lunghezze di distanza dal Bari terzo, rivolge lo sguardo ai biancorossi. Lo fa, intervenendo a Corner e soffermandosi sugli obiettivi da raggiungere in vista del finale di regular season: “Quinto posto o puntare più in alto? Dare uno sguardo alla classifica più in alto può fare anche piacere e determinare una maggiore autostima –si legge sututtocalciocatania.com- Guardiamo alle nostre spalle, ma anche guardare il Bari non è peccato“. 

Inevitabile, nelle sue parole, una nota di rimpianto legata a quanto fatto fin qui dalla squadra in termini di punti raccolti: “Potevamo fare qualche punto in più. Siamo una squadra che si è dovuta costruire fin dal primo giorno di ritiro. Attraverso anche le sconfitte, le gare perse male e qualche filotto di vittorie. Siamo partiti da zero facendo il nostro percorso fino ad oggi, dimostrando di essere un gruppo molto unito”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Bari, mercato chiuso: siete soddisfatti della rosa costruita da Romairone?

Ultimo commento: "Servono un centrale, un play e un attaccante da gol. Questo in caso di infortuni è per dare respiro a Di Cesare, Maiello e Cheddira."

Cavese-Bari: per i tifosi Celiento è il migliore in campo

Ultimo commento: "Ottimo acquisto, avanti così"

Viterbese-Bari 0-3: votate il migliore in campo

Ultimo commento: "il mio migliore in campo e antenucci, gol e assist che vuoi di piu?"

Bari: oltre il 70% dei tifosi che ha votato il nostro sondaggio promuove il mercato

Ultimo commento: "E' bene che la Società ci ripensi sulla gestione del caso Hamlili visto che il calciatore è attaccatissimo al Bari. E poi se manca qualcosa la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il giaguaro che volava tra i pali

Franco Mancini

"Il Capitano" biancorosso

Giovanni Loseto

Il goleador del Bari, capocannoniere in A nel 1996

Igor Protti

Un idolo scolpito nel cuore dei tifosi del Bari

Joao Paulo

Il gigante svedese che ha fatto innamorare Bari

Klas Ingesson

Il muro biancorosso

Lorenzo Amoruso

L'antieroe biancorosso

Phil Masinga

Genio e sregolatezza del Bari

Pietro Maiellaro

Il "Cobra" biancorosso

Sandro Tovalieri

Il galletto svedese

Yksel Osmanovski

Altro da News