Resta in contatto

Approfondimenti

Bari-Ternana, quanti ex biancorossi tra le fere

Una partita condita da tanti volti noti da una parte e dall’altra quella che è in programma domenica prossima allo stadio San Nicola

Domenica prossima il big match al San Nicola tra Bari e Ternana. Una sfida importante per testare in una gara importante la performance del nuovo Bari di Vivarini contro un avversario di spessore ma anche l’occasione di rivedere tanti ex biancorossi. Sono ben 8 i calciatori che oggi vestono la maglia rossoverde ma che hanno avuto un passato tra le file del Bari. Al contrario sarà solo Mirco Antenucci l’ex della Ternana, in seguito alla sua unica stagione in Umbria nella stagione 2013-2014. In quel campionato di serie B, l’attaccante molisano segnò 19 gol in 40 partite.

Un elenco lungo quello degli ex biancorossi, dunque, che parte dalla difesa con Emanuele Suagher, Simone Sini e Modibo Diakité. Suagher arrivò a Bari nel gennaio del 2017, nel terzo anno della presidenza Paparesta ma non convinse mai l’allora allenatore biancorosso Colantuono. Collezionò solo 6 presenze e prestazioni tutte da dimenticare. Sini invece si aggregò a 19 anni nella stagione 2011-2012 del neo retrocesso Bari ma per lui ci furono solo due occasioni di vedere il campo. Infine Diakité fu al centro di un piccolo caso al suo arrivo. Era la stagione 2017-2018, quella del secondo fallimento biancorosso. Il giocatore ex Lazio fu ingaggiato a stagione corso e messo fuori lista per mancanza di posto. Ma a dicembre, in Carpi-Bari, mister Grosso decise di schierarlo in campo, al posto di Tonucci, in rotta con la società. La scelta di schierarlo da fuori lista costò alla società di Giancaspro una multa di 10.000 euro.

Passando al centrocampo ternano troviamo un giocatore che ha sempre onorato la maglia biancorossa, amato per la sua semplicità umana, l’abnegazione in campo e la simpatia. Marino Defendi è stato per cinque stagioni al Bari, capitano per tre e ha raccolto 171 presenze segnando nove gol. La sua avventura in Puglia terminò nell’agosto del 2016, in uno scambio con conguaglio per Federico Furlan. E anche quest’ultimo sarà ella partita come ex. Nella disastrosa stagione 2016/17 fu acquistato come un esterno veloce e capace di saltare l’uomo e andare a segno. Non dimostrò mai tutte queste qualità. Raccolse 32 presenze e segnò una rete ma il suo addio fu salutato senza troppe lacrime dalla tifoseria biancorossa. Il centrocampo degli ex si chiude con Aniello Salzano, anche lui protagonista, meno negativo certamente, del Bari 2016-2017. 16 presenze per lui condite da due reti. Un altro anno in biancorosso senza mai brillare anche per la decisione dell’allora tecnico Grosso di relegarlo in panchina.

E si chiude con l’attacco di Anthony Partipilo e Daniele Vantaggiato. Partipilo non ha in realtà mai visto la maglia della prima squadra, se non in una breve apparizione in una partita di Coppa Italia contro il Foggia nell’estate del 2015. Da quel momento ha praticamente cambiato maglia ogni sei mesi, fino a trovare l’ultimo approdo, per ora, nella Ternana. Vantaggiato, invece, era arrivato a Bari giovanissimo a 17 anni nell’estate del 2001. Due stagioni in biancorosso, poi il prestito di altri due anni a Crotone. Nel 2005 il suo rientro, carico di grandi aspettative che non sono state ripagate. Cinquanta presenze, sette gol e una lunga contestazione da parte dei tifosi. Lontano da Bari, in ambienti più tranquilli ha poi ritrovato la forma smarrita e ogni volta che incontra il Bari ha il dente avvelenato.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Marino domenica farai un bellissimo….AUTOGOOOOL

Advertisement

La Top 11 del Bari di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Signori se potevo mettere una foto io come capoletto non ce la Madonna ma la CURVA NORD u.c.n.x sempre"

Giovanni Loseto, “il Capitano”

Ultimo commento: "È stato un grande di tutto il calcio Giuan u captan"

Pietro Maiellaro, genio e sregolatezza

Ultimo commento: "Davvero un gran giocatore"

Lorenzo Amoruso, il muro biancorosso

Ultimo commento: "Ricordo un gran Gol che fece Lorenzo, in un'amichevole con la Signora, vinta dal Bari x 2-0. Fece partire un bolide d'esterno dx, imprendibile per in..."

Franco Mancini, il giaguaro che volava tra i pali

Ultimo commento: "È vero mi ricordo anch'io quell'episodio c'ero allo stadio era stata l'occasione migliore della partita da parte del Milan, e di Ganz."
Advertisement

Altro da Approfondimenti